Le Novità di YouTube al VidCon 2018

Le novità di YouTube al VidCon 2018 sono a dir poco strabilianti: c'è tantissima carne al fuoco sia per i creators sia per i brand e oggi vi racconto tutto quanto!

Soltanto il giorno prima, Instagram annunciava IGTV (Instagram TV) e tutti ad acclamare che il guanto di sfida a YouTube era stato lanciato.

Il giorno seguente è cominciato il VidCon 2018. Dopo il keynote di apertura del CPO di YouTube, non so quanti ancora pensino che IGTV possa essere davvero un concorrente di YouTube nel lungo periodo.

VidCon 2018

Per coloro che sono digiuni di conferenze in materia di video marketing, il VidCon è ormai la conferenza leader mondiale per tutto ciò che gira attorno a YouTube. E' diventato talmente mastodontico che si è espanso anche in Europa (ad Amsterdam e a Londra) e in Australia.

La cosa interessante di questo evento è che molto spesso YouTube ne approfitta per annunciare le novità che sta già sviluppando. Anzi, molte di queste novità sono già in fase di rodaggio con alcuni creators scelti che stanno facendo da tester. 

Monetizzazione su YouTube

 Quest'anno, YouTube ha presentato parecchie novità e tutte sostanzialmente rivolte ai creator. Assolutamente logico, se pensiamo che i creator sono l'anima pulsante di YouTube.

Sono coloro che permettono a YouTube di incassare dagli advertiser.

I creator offrono gratuitamente il loro aiuto a YouTube affinché possa mostrare annunci pubblicitari a utenti altamente targettizzati. Quindi, restituire strumenti per monetizzare alla propria community, è ciò che YouTube ha fatto e continuerà a fare in futuro.

Nonostante episodi poco piacevoli in passato, che spesso hanno portato a modifiche del Partner Program di YouTube stesso, questa simbiosi tra YouTube e i suoi creator sembra funzionare a giudicare dai numeri:

  • YouTube ha ora 1.9 miliardi di utenti attivi ogni mese (praticamente un terzo della popolazione mondiale)
  • Il numero di creators che incassa almeno 10k$ all'anno grazie a YouTube è cresciuto del 35%
  • Il numero di creators che incassa almeno 100k$ all'anno grazie a YouTube è cresciuto del 40%

Numeri impressionanti, ora però veniamo alle novità vere in casa YouTube.

Merchandise

E' già iniziata la fase di test con un gruppo di creator di successo per sperimentare la vendita di merchandise (tazze, t-shirt, cover del cellulare, etc) direttamente dalla pagina del video.

Grazie alla partnership con Teespring, i creator potranno vendere prodotti brandizzati per il proprio canale senza doversi preoccupare di altro. Alla spedizione e alla realizzazione penserà, appunto, Teespring stessa. E non solo: per incentivare questa partnership, YouTube restituirà un dollaro ai creator per ogni singolo prodotto venduto.

Mi sembra sufficientemente chiara come dichiarazione della posizione di YouTube rispetto ai propri creator.

La cosa molto interessante, a mio modo di vedere, è che un creator può anche decidere di devolvere l'intero guadagno in beneficienza. Perché interessante? Al di là della beneficienza in se (che è già un ottimo motivo), potrebbe essere uno strumento di marketing molto utile per le aziende che hanno un canale YouTube di successo.

Questa nuova feature sarà aperta inizialmente soltanto a canali con più di diecimila iscritti e con base negli Stati Uniti, per poi essere disponibile per tutti quanti nel giro di un anno.

Sponsorizzazioni

 Altra feature molto interessante sarà quella relativa alle sponsorizzazioni: YouTube consentirà ai creator di realizzare dei contenuti esclusivamente per coloro che contribuiranno attivamente alla crescita del canale. Il prezzo mensile è fissato a 4.99€ ed è già attivo per un gruppo ristretto di canali che hanno superato i centomila iscritti.

Durante l'anno, questa feature verrà aperta a tutti coloro che hanno raggiunto la soglia dei canali di cui sopra. Come sempre, YouTube è attento a tutti i suoi creators, ma è ancora più attento ai suoi migliori creators.

youtube sponsorship

Ticketing

Molto simile al merchandise sarà la feature legata alla vendita di biglietti per tutti quei canali che operano in settori in cui la distribuzione di biglietti per eventi è importante. Quindi sicuramente tutti i creator che hanno una band, ma probabilmente anche conferenze e simili.

Chissà che l'anno prossimo i biglietti del VidCon non vengano venduti direttamente su YouTube.

Famebit

Una bella spolverata è arrivata anche per Famebit, la piattaforma di Influencer Marketing acquisita da YouTube nel 2016. Per chi non la conoscesse, Famebit è sostanzialmente un marketplace di incontro tra brand che sono in cerca di campagne da affidare a influencer in grado di portare traffico e visibilità ai propri prodotti, e i creator stessi, appunto.

Con una mossa intelligente, YouTube (leggi Google) ha acquistato questa piattaforma già un paio di anni fa proprio perché sapeva che la direzione da prendere era quella della creazione di strumenti utili per gli operatori della piattaforma stessa.

In un colpo solo, YouTube ha così aiutato gli influencer a fare più soldi e i brand a portare più visibilità a ciò che per loro conta. Due piccioni con una fava.

Tra le novità al VidCon 2018, YouTube ha introdotto una serie di strumenti aggiuntivi dentro a Famebit, i quali consentiranno alle aziende di tracciare ancora meglio le campagne marketing che affideranno ai creator. 

Premiere

 Una delle novità più interessanti tra quelle annunciate al VidCon, sono sicuramente le Premiere.

Cosa sono? Sostanzialmente uno strumento ulteriore per promuovere i propri video come se fossero delle dirette. Grazie alle Premiere, i creator potranno annunciare quando i loro nuovi video saranno pubblici, in modo da poter creare quel senso di anticipazione nel loro pubblico.

Le Premiere saranno corredate da una landing page che mostrerà un conto alla rovescia fino alla pubblicazione del video e quando il video diventerà pubblico, YouTube metterà a disposizione una chat con la quale si potrà commentare in tempo reale il video man mano che scorre.

Sarà molto divertente vedere quale sarà l'uso che ne faranno i creator, però si preannuncia una novità non da poco.

YouTube Stories

Last but not least, anche YouTube introdurrà le proprie Stories, inizialmente per tutti i canali con più di diecimila iscritti. Se ne parla da diverso tempo di questa novità anche se probabilmente è la meno interessante di tutte dato che dovrebbe, in teoria, replicare lo stesso format di Instagram.

Staremo a vedere se YouTube ci stupirà anche stavolta rilasciando qualche novità esclusiva per la propria piattaforma per quanto riguarda le Stories.

What's Next?

Pare abbastanza chiaro che YouTube voglia proseguire nella direzione naturale di diventare la piattaforma leader per l'influencer marketing, marcando sempre più il suo rapporto stretto con i creators.

Più forte diventerà questo legame e maggiore sarà anche la fiducia dei brand che ogni giorno spendono i propri soldi in advertisting su YouTube. Sono pressoché sicuro che non è distante il momento in cui i creator potranno aprire un proprio store e vendere direttamente su YouTube, invece che doversi affidare ai link affiliati.

YouTube vuole valorizzare la propria community di creativi: in ultima analisi, attrarre nuovi influencer (o creator) che non hanno ancora una presenza su YouTube, significa poter aprire ulteriori nicchie di mercato per gli advertiser, generando quindi ulteriori guadagni per la piattaforma stessa.

 YouTube ha capito molto bene questa cosa e sta eseguendo il piano alla grande.

Be the first to comment

All comments are moderated before being published