Creare un Canale YouTube Aziendale

Ti hanno detto che devi creare un Canale YouTube Aziendale: che sia il tuo capo, un amico oppure Google, c'è una cosa che devi sapere. Hanno ragione.

Sai qual è la cosa migliore? E' davvero molto semplice e te lo spiego passo passo in questa guida definitiva per creare un canale YouTube Aziendale.

Prima di cominciare, ti chiedi ovviamente se ne valga davvero la pena dato che dovrai impegnarti nella creazione di buoni video. Lascia che ti dia qualche spunto per fugare ogni ulteriore dubbio.

I vantaggi di YouTube

Creare un canale aziendale su YouTube porta con se un'infinità di vantaggi, tuttavia, per cominciare è sufficiente menzionare il più grosso: YouTube è il secondo motore di ricerca al mondo. Ed è stato acquisito da Google nel 2005 tra l'altro.

Questo significa che tra i cinque miliardi di video visti ogni giorno, ci possono essere anche quelli del tuo canale. Significa anche che hai accesso ad un bacino di utenti di un miliardo e trecento milioni (dato aggiornato a gennaio 2018).

Incredibile vero?

Bene, allora è giunto il momento di creare un canale aziendale su YouTube come si deve. 

Svantaggi? Non ce ne sono. Hai capito bene: se per caso smetti di creare contenuti, non è che sei danneggiato. Semplicemente non riceverai più i benefici dell'enorme quantità di traffico che YouTube porta al tuo business.

Perché un Canale Aziendale

L'unica cosa che mi sento di consigliarti prima di creare un canale aziendale su YouTube è che devi definire degli obiettivi solidi e avere una strategia.

In fin dei conti anche questo è marketing e le strategie del "comincio e poi si vedrà come va", non funzionano. Mai. YouTube ti mette a disposizione una serie di strumenti analitici che ti aiuteranno ad affinare i tuoi video, però senza avere un obiettivo non andrai da nessuna parte.

Di questa cosa ne ho parlato in una puntata di Merita Business Podcast dove sono stato ospite e dove abbiamo chiacchierato di YouTube Marketing. Se ne vuoi sapere di più, ti consiglio di ascoltarla.

Creare un Canale YouTube Aziendale: la Guida Definitiva

Anche se stai ancora definendo la strategia, possiamo cominciare a creare un canale YouTube aziendale. Da dove partiamo? Semplice, da un account Google.

Step 1: Account Google

Dato che stai per creare un canale YouTube per la tua azienda (oppure per quella per cui lavori), ti consiglio di usare un account aziendale e registrarlo come account Google.

Se ancora non hai un account Google, lo puoi registrare qua.

Step 2: Crea un Nuovo Canale YouTube 

Una volta registrato un nuovo account oppure dopo aver associato l'account aziendale al database di Google, vai al seguente indirizzo

https://www.youtube.com/channel_switcher

Ciò che vedrai, sarà una schermata simile alla seguente, dalla quale puoi scegliere di creare un nuovo canale YouTube (che diventerà il tuo aziendale).

    create channel

    Esistono anche altri metodi per arrivare a questa schermata, ovvero passando da Google My Business e dalle impostazioni dell'account di Google, però questo li batte tutti in termini di velocità.

    La cosa interessante di questa schermata è che, seguendo lo stesso indirizzo, in futuro potremo creare ulteriori nuovi canali YouTube per progetti diversi. Siano essi progetti lavorativi o di tutt'altra natura, il link sopra ti porterà sempre alla pagina che ti serve per creare un nuovo canale YouTube.

    Procediamo oltre. 

    Step 3: Scegli il Nome

    A questo punto, verrai indirizzato ad una schermata che ti inviterà a scegliere il nome del tuo canale. Attenzione: questo non sarà il "fancy URL", ma solo il nome che vedrai comparire quando cliccherai sulla rotellina in alto a sinistra per cambiare gestione del canale YouTube.

    Scegli il nome del canale con cura: dovrebbe riflettere il nome del tuo business o della tua azienda. Una volta che avrai terminato con questa guida per creare un canale YouTube aziendale, sarai ricercabile anche tramite il nome del canale.

    Ecco perché è molto importante che scegli bene il nome del tuo canale appena nato.

    brand account

    Step 4: Personalizza il Canale YouTube

    Congratulazioni! Il tuo canale è vivo e vegeto!

    Ora è necessario personalizzarlo perché rifletta la tua brand image e soprattutto per fare capire subito a chi atterra sul tuo canale YouTube di cosa tratti.

    Clicca su personalizza il canale e proseguiamo oltre.

    customize channel

     Step 5: Carica il Banner del tuo Canale YouTube

    Come anticipavo prima, ora è venuto il momento di personalizzare sul serio la copertina del tuo canale YouTube. Seleziona il bottone blu che vedi nella schermata qui sotto per procedere all'upload della tua channel art.

    Se devi ancora prepararlo, ti do un paio di consigli:

    1. Le dimensioni devono essere le seguenti: 2560 x 1440 pixel. La copertina può anche essere più grande, però mantieni almeno le proporzioni altrimenti YouTube ti farà degli scherzi strani quando la adatterà
    2. I colori che userai dovranno fare parte della paletta coordinata che utilizzi anche sul tuo sito e su tutta la comunicazione aziendale. Ricorda: la coerenza è ciò che vuoi
    3. Keep it simple. Non sono un amante di design complicati sulle pagine canale di YouTube: ciò che conta è che appaiano le parole chiave di ciò di cui parlano i tuoi video. Certo, le immagini non sono ricercabili, ma ricorda che appena un nuovo utente viene in contatto con il tuo canale YouTube, deve capire istantaneamente se farai per lui/lei. Ergo, poche keyword e dirette. Se riesci, inserisci un motto che racchiuda tutto, sarebbe perfetto. 

    add channel art

    Step 6: Controlla la Preview della Copertina

    YouTube ci mette a disposizione uno strumento molto interessante per controllare che la nostra copertina si veda come ci aspettiamo su ogni dispositivo.

    Se non ti piace come si presenta su smartphone o tablet, torna indietro, modificala e caricala nuovamente.

    Oppure segnatelo su un foglietto e ritorna quando avrai tempo di farlo. Nessuna di queste modifiche è per sempre.

    devices preview

     Step 7: Carica il Logo

    Se non l'hai già fatto dalla schermata precedente, carica anche il tuo logo.

    Una volta fatto anche questo, controlla che sia tutto sotto controllo e passa allo step 8.

    channel preview

    Step 8: Proprietà del Canale

    Cominciamo ora a personalizzare una serie di proprietà del canale da non sottovalutare soprattutto in ottica aziendale.

    YouTube è uno strumento grandioso e consente di prevenire determinati comportamenti spiacevoli da parte di utenti malintenzionati, però è necessario sapere dove andare a trovare queste feature.

    Inoltre, quando ti approcci a creare un canale YouTube aziendale, YouTube di default non ti consente di caricare video troppo lunghi o fare dirette streaming.

    Niente paura, ora sblocchiamo tutto!

    view additional features

     Step 9: Verifica il Canale YouTube

    Cominciamo col verificare il nostro canale YouTube. Fino a questo momento, abbiamo effettuato operazioni che anche un bot può effettuare. E' venuto il momento di provare a YouTube che siamo veramente degli umani.

    Clicca semplicemente sul pulsante blu che vedi nella schermata qua sotto per accedere alle informazioni di verifica vere e proprie.

    verify youtube channel

    Step 10: Metodo di Verifica

    Innanzitutto scegli il paese che più si avvicina alla tua audience: nel mio caso ho scelto l'Italia perché la mia audience risiede in Italia o parla italiano sostanzialmente.

    Nel caso in cui il tuo business sia internazionale, dovrai scegliere la nazione per la quale hai un contatto telefonico. Mi spiego: YouTube ti invierà un SMS oppure una chiamata automatica con un codice di conferma a un numero telefonico col prefisso del paese che hai appena specificato.

    Quindi se hai un numero di telefono italiano ma la tua audience è negli Stati Uniti, scegli l'Italia per verificare il canale YouTube. Successivamente, potrai modificare la lingua del canale per essere allineata con la tua audience.

    Ricorda che, seppur te ne dimenticherai, questa cosa non influenzerà in modo negativo il tuo canale.

    verification process

    Step 11: Sblocca Video Lunghi e Live Streaming

     Fatto ciò, torna alla schermata della dashboard con le informazioni sul tuo canale e da qui potrai finalmente sbloccare i video di lunghezza superiore a quindici minuti e anche le dirette live.

    Non ti consiglio di cominciare subito da questo genere di contenuti perché sono molto complessi, però almeno non dovrai tornare in futuro a sbloccare questa feature.

    enable live streaming longer videos

     Step 12: Filigrana

    Clicca ora su Canale e poi Branding come vedi qui sotto. Avrai accesso all'interfaccia relativa alla filigrana.

    Cos'è la filigrana? Molto semplice: è quel logo che vedi in basso a destra su molti video su YouTube. E' un ulteriore modo di brandizzare il tuo canale in tutte quelle occasioni in cui i tuoi video si presenteranno come embed su un altro sito. In questi casi, infatti, nessuno potrà capire che il video appartiene al tuo canale, a meno che tu non inserisca questa filigrana.

    La parte migliore? Gli utenti che passano sopra con il mouse possono iscriversi direttamente cliccando sulla filigrana. Bello vero?

    Procediamo oltre.

    add watermark

     Step13: Posizione filigrana

    Puoi decidere la posizione della filigrana in termini temporali facendola apparire all'inizio del video, ad un determinato secondo che specificherai, oppure per tutta la durata del video.

    Sai già cosa ti sto per consigliare. Se vuoi fare crescere il tuo canale YouTube, mostra la filigrana per tutta la durata del video.

    branding settings

     Step 14: Proprietà Avanzate

    Passiamo ora a personalizzare le proprietà avanzate che trovi sempre nella sezione relativa al canale.

    Qui trovi un'opzione fondamentale da modificare: quella degli annunci pubblicitari. In quanto canale aziendale, non credo che il tuo scopo sia fare soldi monetizzando i tuoi video. Tipicamente, il tuo scopo è aumentare le conversioni sul tuo sito, qualunque esse siano. Per questo motivo, disabilita la possibilità che YouTube mostri annunci pubblicitari sul tuo canale o sui tuoi video. 

    Ci sono altre opzioni importanti ma le trovi al passo successivo.

    disable ads on channel

     Step 15: AdWords e Analytics

    Anche questi sono opzioni fondamentali da modificare perché ti consentiranno di tracciare il comportamento dei tuoi utenti. Solo così potrai realizzare una strategia di contenuti in linea con i tuoi utenti:

    • Account AdWords. Siccome è possibile che in futuro utilizzerai degli annunci pubblicitari video su YouTube, comincia ad accoppiare il tuo canale YouTube con il tuo account di AdWords. In questo modo potrai tracciare tutti i dati che ti servono.
    • Raccomandazioni. Ricordati di abilitare i suggerimenti al tuo canale agli utenti: l'obiettivo da adesso in poi è far crescere il tuo canale YouTube.
    • Iscritti. Puoi decidere di mostrare o meno il numero di iscritti al tuo canale. Se vuoi un consiglio, sii più trasparente possibile, i tuoi utenti se ne accorgeranno e apprezzeranno. Puoi anche decidere di mostrare il conteggio quando avrai molti più iscritti eventualmente.
    • Account Google Analytics. Come anticipavo all'inizio di questa guida su come creare un canale YouTube aziendale, il tracciamento dei dati è fondamentale. Quindi vai pure a trovarti l'ID di tracciamento della proprietà su Google Analytics e inseriscilo nell'apposito campo.

    Poi clicca salva e passa allo step successivo, non manca molto!

     

    link google analytics and adwords

     Step 16: Ancora su AdWords

     Se non hai un account AdWords, crealo e inserisci il tuo codice utente come nell'esempio qui sotto.

    Se non sai cosa siano le voci riguardanti il remarketing e l'engagement, non ti preoccupare. A questo punto è importante raccogliere quanti più dati possibili: quando realizzerò una guida su AdWords in cui spiego anche queste cose, te lo farò sapere. Nel frattempo, se non l'hai già fatto, iscriviti alla mia newsletter così non ti perderai i nuovi articoli del blog  🤩

    allow remarketing adwords

     Step 17: Opzioni Community

    Passiamo ora alla scheda relativa alla Community. Qui non c'è molto da modificare, però ti consiglio vivamente di lasciar a YouTube l'onere di filtrare i commenti e i messaggi che potrebbero essere spam oppure dal contenuto offensivo.

    Ricorda periodicamente di verificare la linguetta relativa ai commenti che potrebbero essere spam onde evitare di lasciare senza risposta un commento assolutamente legittimo.

    Purtroppo, se sei nella fase in cui stai creando il tuo canale YouTube aziendale, significa che non hai ancora alcun iscritto e non potrai usare la fantastica Community Tab. Appena arrivi a diecimila iscritti, la potrai attivare e potrai dialogare ancora meglio con i tuoi iscritti.

    block links on comments

    Step 18: Limitazioni

     Purtroppo al momento, la feature che ti consente di sorvegliare i commenti potenzialmente pericolosi o offensivi è disponibile solo per la lingua inglese, ma vedrai che non passerà molto prima che YouTube rilasci la feature anche per la lingua italiana.

    comments handling default

    Step 19: Traduzioni dalla Community

    Nella tab relativa alle traduzioni e trascrizioni, ricordati di specificare la lingua di default dei tuoi video. Una volta fatto questo e una volta abilitata l'opzione per i contributi dalla community, YouTube ricorderà ai tuoi utenti che possono contribuire alla traduzione dei tuoi video.

    E vedrai che succederà prima o poi: se i tuoi video sono interessanti per un pubblico internazionale, la tua audience ti aiuterà a tradurre i sottotitoli e i titoli. Questo è il vero potere della community: ti sosterranno perché li stai aiutando a risolvere problemi.

    set video default language

     Step 20: Opzioni di Default per il Caricamento

    Ecco, qui trovi proprio quello che ti dicevo poco fa: nelle opzioni di default per il caricamento, trovi diversi campi utili tra cui anche quello che consente i contributi di traduzione da parte dei tuoi utenti.

    Altra cosa che ti consiglio caldamente di specificare è il genere di video che caricherai e anche la modalità di pubblicazione di default. Potrai modificare quest'ultima anche mentre caricherai il tuo prossimo video, soprattutto se hai intenzione di programmare i tuoi video perché vengano pubblicati ad una certa ora.

    upload defaults

     Step 21: Privacy

    Una delle ultime cose che ti consiglio, dato che stai creando un canale YouTube aziendale, è di nascondere ai tuoi utenti la cronologia di visualizzazione e i video a cui metti mi piace.

    A tutti piace vedere video di gattini e cagnoloni, però magari evitiamo di mostrare a tutti le nostre preferenze in fatto di video 😌

    history and privacy

    Step 22: Personalizza la Descrizione del tuo Canale

    Ultimissimo passo e poi ci siamo: dalla home page del tuo canale YouTube, accedi alla linguetta About e personalizza la descrizione del tuo canale. Ricorda di inserire le parole chiave per cui vuoi essere trovato perché YouTube indicizzerà questa descrizione.

    Se la scrivi bene, sarà un'ulteriore opportunità di essere trovato!

    Da questo pannello, potrai anche scegliere di aggiungere pulsanti che rimandano al tuo sito web e ai tuoi canali social. Non esagerare, però inserisci quelli più importanti.

    descrizione del canale

     

     Step 23: Carica il Primo Video!

    Ci siamo! Sei arrivato alla fine della guida per creare un canale YouTube aziendale e non ti resta altro che cominciare a caricare dei contenuti video interessanti.

    La buona notizia è che sei sulla strada giusta perché il tuo canale YouTube venga indicizzato nel modo corretto. D'altra parte, ora comincia il bello: creare dei buoni video che vengano visti non sarà facile. 

    upload videos

     Dato che questa è la guida definitiva per creare un canale YouTube aziendale, ti do ancora qualche consiglio che sono sicuro che ti aiuterà.

    Strategia dei contenuti

    Prima di cominciare a produrre video, fermati un attimo e rifletti su quale sia lo scopo del tuo canale. Vendi un prodotto che risolve un problema? Allora magari puoi produrre degli how to che insegnino ai tuoi utenti i mille utilizzi del prodotto stesso.

    Sii creativo però! Ricorda che il successo su YouTube è un mix di utilità e intrattenimento. Quindi se riesci a rendere i tuoi video divertenti, tanto di guadagnato.

    Probabilmente ti serviranno dei video che vanno a servire ogni singolo livello del tuo funnel: a seconda di dove si troveranno i tuoi utenti nella loro customer journey, sarai in grado di accompagnarli.

    Ti consiglio anche di lavorare su una strategia di anteprime dei tuoi video che renda consistenti tutta la tua produzione. Ho parlato di come verificare l'efficacia delle tue anteprime in questo post e ti consiglio di leggerlo ora che il tuo canale è pronto per l'upload.

    Link Custom

    Se poi vuoi personalizzare il fancy URL del tuo canale, ci sono un paio di prerequisiti a cui dovrai sottostare:

    • Dovrai avere almeno 100 iscritti al canale
    • Il tuo canale deve avere almeno 30 giorni di vita
    • Devi avere caricato un logo personale per l'icona del canale
    • Devi aver caricato una channel art personalizzata 

    Fai Decollare il Tuo Canale

    Ora tocca a te impostare una strategia di crescita per il tuo canale. Ricordati che se hai bisogno, io sono sempre disponibile per consulenze e anzi, non vedo l'ora di vedere il tuo canale crescere!

    Se hai anche domande su alcuni passaggi di questa guida definitiva per creare un canale YouTube aziendale, scrivili pure qua sotto!

    Be the first to comment

    All comments are moderated before being published