Come Creare una Playlist YouTube

Creare una playlist su YouTube non è affatto complicato, però ci sono molte cose che probabilmente non sai a proposito delle playlist.

Oggi ti racconto tutto quello che c'è da sapere su come creare una playlist su YouTube nel modo giusto, in modo che raggiunga l'obiettivo e soprattutto, come sempre ti darò una serie di consigli miei personali.

Sei pronto a far salire il tempo di visualizzazione delle tue playlist? 

Allora cominciamo.

Cos'è una Playlist YouTube?

Una playlist su YouTube è una collezione di video con un tema comune. As simple as that.

La domanda vera è: perché YouTube ci ha messo a disposizione uno strumento per legare video diversi?

Dai su, la risposta non è difficile 😜Se hai letto i miei articoli riguardo al tempo di visualizzazione e alla fidelizzazione del pubblico, probabilmente la conosci già.

Ok, se non la conosci, te la dico io: YouTube ci ha consegnato quest'altro strumento sempre per aiutarci a incrementare il tempo di visualizzazione sul nostro canale.

Ricordi quando ti dicevo che la cosa importante per YouTube è mantenere sulla piattaforma gli utenti? Ecco, più noi creators aiutiamo YouTube in questo intento, più lui ci aiuterà a mostrarci a pubblici più ampli. In tutto questo, ovviamente ci guadagnerà dai proventi derivanti dagli annunci pubblicitari che mostrerà sui nostri video.

E' una situazione win-win se ci pensi.

Perché creare una playlist?

Beh in realtà ti ho già spoilerato il perché dovresti creare delle playlist sul tuo canale. Se non ti bastasse, ci sono due ulteriori motivazioni che sono sicuro ti convinceranno definitivamente. Tre anzi.

  • Senza playlist, la home del tuo canale sarebbe soltanto un pandemonio di video. Con le playlist puoi dare un po' d'ordine al tuo canale YouTube almeno
  • Quando arrivi alla fine di un video in una playlist, il video successivo verrà fatto partire automaticamente, ma soprattutto
  • Nelle playlist non esiste concorrenza di video suggeriti: il tuo utente vedrà solo i video che hai deciso di inserire nella playlist, nient'altro di correlato che potrebbe lasciarlo andare su un altro canale.

Direi che abbiamo delle ragioni più che solide per creare una serie di playlist, non credi?

Come creare una playlist YouTube

La procedura per creare una playlist su YouTube è abbastanza standard e inizia dalla tua dashboard. Comincia col cliccare su Gestione Video sulla barra laterale sinistra.

1. Clicca su nuova playlist

 Dopo che ti trovi davanti all'elenco dei video che hai caricato, dovrai cliccare su Playlist, sempre nella barra di sinistra.

Accederai così al pannello dove ti verranno mostrate tutte le playlist del tuo canale YouTube. Se è la prima volta che ne stai creando una, ti troverai una schermata come quella che vedi qui sotto.

Seleziona "Nuova Playlist" e cominciamo a fare sul serio.

crea nuova playlist

2. Dai un titolo alla tua playlist YouTube

 Ogni playlist YouTube deve avere un titolo e la nuova che stai creando se ne merita uno all'altezza.

Ricorda che il tuo titolo sarà ricercabile, quindi magari non dare un titolo che non c'entra nulla con il contenuto della playlist. Il top sarebbe utilizzare un paio di parole chiave che sai essere quelle più utilizzate per una ricerca di quell'argomento.

Se, per esempio, parli di strategie SEO di un certo livello nella playlist che stia creando, allora potrebbe essere una buona idea darle un nome del tipo "Strategie Avanzate SEO".

La cosa buona è che li titolo può essere modificato in qualunque momento. Volendo, potresti cominciare con il testare un titolo e poi cambiarlo dopo qualche mese per capire quale sia l'impatto del cambiamento.

Per ora andiamo avanti.

titolo playlist

3. Aggiungi video alla tua playlist

 Una playlist YouTube senza video è abbastanza triste, oltre che essere totalmente inutile. YouTube, però, da questa schermata non ci aiuta molto a capire come fare.

Tu fidati di me e clicca su Modifica e vedrai che al prossimo step ci sarà proprio quello che ci serve.

modifica playlist

4. Seleziona i video da aggiungere alla playlist

Come ti avevo anticipato, questo è veramente lo step dove possiamo andare alla schermata per scegliere i video da aggiungere alla playlist.

Ora, sulla destra, troverai proprio il pulsante per aggiungere i video come ti mostro qua sotto.

aggiungi video

5. Ricerca il video oppure selezionalo dal tuo canale

Ci sono diversi tipi di video che puoi aggiungere alla tua playlist:

  • Puoi decidere di cercarli tramite la query standard di YouTube, nel caso il video che vuoi aggiungere appartiene ad un altro canale. Scrivi semplicemente le parole chiave e poi naviga tra i risultati prima di selezionare il video che ti interessa
  • Puoi aggiungere un video a partire da un'URL nel caso in cui tu lo conosca oppure nel caso in cui il video che tu vuoi aggiungere sia Unlisted. In tal caso, il video non è ricercabile su YouTube, il che significa che l'unico modo per raggiungerlo è tramite il proprio URL
  • Puoi aggiungere dei video che fanno parte del tuo canale. Questa è la scelta più comune perché tipicamente vuoi mantenere il tuo pubblico sul tuo canale. Il tuo pubblico, però capisce se gli stai fornendo del valore citando le fonti giuste, ecco perché, talvolta può avere senso aggiungere video da altri canali

scegli video

6. Modifica le impostazioni della playlist

Una volta aggiunti tutti i video che volevi alla tua nuova playlist, è il momento di esaminare un attimo le sue impostazioni.

Per farlo, clicca su Impostazioni della Playlist e approfondiamo l'argomento. 

impostazioni playlist

7. Impostazioni di base

Tra le impostazioni basilari della tua playlist, innanzitutto dovrai decidere quale sarà la privacy, ovvero se la playlist sarà pubblica (e quindi ricercabile), privata (non raggiungibile se non da te e tantomeno ricercabile) oppure unlisted (ovvero non ricercabile ma raggiungibile tramite l'URL).

Altra cosa importante è l'ordine dei video. Ti consiglio, ovviamente, di settare questo ordine in manuale perché altrimenti lascerai a YouTube il compito di ordinare la playlist stessa. Non che sia necessariamente un male, dato che YouTube sa molto bene come fare il suo lavoro, però personalmente preferisco sempre avere il controllo dell'ordine di presentazione.

Infine, puoi decidere di settare questa playlist come serie ufficiale. Questo significa che YouTube darà importanza maggiore alla playlist stessa, ma soprattutto non consentirà a nessun altro di inserire quei video in altri playlist.

Pensaci: con questo strumento, YouTube ti consegna l'esclusiva di mostrare un video nella playlist. Ovviamente questa opzione vale solo per i tuoi video, ma resta sempre uno strumento molto forte per riaffermare che quella serie di episodi è di tua proprietà e di nessun altro. Se vogliono venire a vedere quegli episodi, dovranno visitare quella specifica playlist, altrimenti non potranno vedere nulla.

Tu stesso non potrai inserire quegli episodi in altre serie, quindi valuta attentamente se sia il caso di attivare l'opzione. Molto spesso, le tue playlist avranno temi generici che potrebbero beneficiare di uno stesso video in playlist diverse. Se attiverai l'opzione della serie ufficiale, non potrai avere uno stesso video in playlist differenti.

impostazione base playlist

8. Impostazione di collaborazione della playlist YouTube

Se stai portando avanti una collaborazione, questa feature ti sarà molto utile. Attivandola, ti consentirà di accedere all'URL della playlist che potrai distribuire ad altri creator perché aggiungano i loro video.

Immagina che tu voglia avere una playlist che parli di marketing in generale: sicuramente tu non conosci tutto, però puoi chiedere a creator che ne conoscono più di te di email marketing, social media marketing, etc di darti una mano contribuendo con dei loro video.

Ancora una volta una win-win situation dato che tu aumenterai il tuo session watchtime e aiuterai allo stesso tempo il tuo pubblico a trovare delle fonti autorevoli in materia. 

impostazioni collaborazione playlist

Ora non resta che cliccare su Salva et voilà! La tua playlist è finalmente pronta!

Se per caso ti avanza del tempo, io ti consiglio anche di scrivere due parole per la descrizione della playlist. Logicamente, scrivile avendo in mente che l'algoritmo di YouTube leggerà questo testo e lo sfrutterà per posizionare la playlist, un po' come il titolo, la descrizione e i tag del singolo video.

I miei consigli per le playlist

Te l'avevo promesso e ogni promessa è debito. Ora che sai tutto su come creare una playlist di YouTube, queste sono le best practices che io applico alle playlist per me e per i miei clienti.

Nuovo qui? Guarda questi!

Questa è una di quelle playlist che fanno la differenza. Sul serio.

Ricorda sempre che il pubblico che ti scopre per la prima volta tramite un video,  non ha assolutamente idea di chi tu sia. Aiutalo con una bella playlist dedicata!

Seleziona i tuoi video che aiutano i principianti o comunque che introducono il tuo canale e inseriscili tutti in una Playlist che chiamerai "Sei nuovo qui? Allora guarda questi!" o qualcosa di simile.

Chi atterrerà sulla tua pagina del canale YouTube e sarà interessato al genere di contenuto che hai pubblicato, avrà un incentivo notevole a cominciare a guardare i tuoi video.

Strategia garantita al 100%, vedrai.

playlist nuovo qui

End cards

Delle schermate finali ti ho già parlato di recente: sono un altro strumento per aumentare il tempo di visualizzazione. Ti consiglio caldamente di inserire almeno una playlist tra gli elementi a fine del video.

Logicamente dovrà essere coerente col contenuto del video; se lo sarà, il tuo pubblico avrà uno stimolo aggiuntivo a guardare ulteriormente i tuoi video.

YouTube cards

In maniera molto simile alle schermate finali, puoi sempre suggerire dei contenuti durante il video tramite le YouTube cards.

Ecco, sfruttale perché puoi inserire delle playlist oltre a dei video. E' un'altra occasione d'oro per mostrare non un video bensì una serie di video senza suggerimenti di altri canali.

Email marketing

Non dimenticare che tra le frecce al tuo arco ci sono anche gli altri canali di marketing. Tra essi, le email sono quelle che ti possono aiutare maggiormente in questo contesto. Perché non inviare una bella email che contiene una playlist di materiale interessante per gli iscritti? Ci scommetto un braccio che troverai qualcuno che è interessato a imparare tramite un video e che, per qualche motivo, non conosceva il tuo canale YouTube.

Altra situazione win-win.

Usa le YouTube Analytics

Per chiudere, vorrei darti un consiglio che in realtà è più di buonsenso. Ricorda sempre che stiamo facendo marketing anche con YouTube, il che significa che dobbiamo guardiamo le analytics per migliorare le prestazioni di ciò che facciamo.

Metti in piedi degli esperimenti per cambiare il titolo, l'ordine dei video, il posizionamento sulla tua pagina canale e tieni sempre sotto controllo le analytics di YouTube. Ti diranno la verità su cosa funziona e cosa no, oppure se c'è qualcosa che funziona meglio.

Questa è l'unica strada per migliorare.

In realtà ce n'è un'altra: chiedermi una mano a far crescere il tuo canale. Se vuoi ne possiamo parlare in una chiamata Skype. E' gratis, perché no?

Come sempre, spero che quello che ti ho spiegato sia stato utile e nel caso voglia conoscere di più a proposito di YouTube marketing, ti consiglio di iscriverti alla mia newsletter!

Be the first to comment

All comments are moderated before being published